Benvenuto! Accedi o registrati.
Settembre 24, 2017, 19:41:22

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Attivata la Sezione  Link Amici attraverso la quale sarà possibile aggiungere il tuo sito web con modalità scambio link !
1150405 Messaggi in 47168 Discussioni da 34363 utenti
Ultimo utente: Alessio
Ricerca:     Ricerca avanzata
+  The Forum of Martial Arts
|-+  Jujutsu & Ninpo
| |-+  Tecnica (Moderatore: Raziel)
| | |-+  Un'evoluzione del Ju-Jitsu, per la realtà.
« precedente successivo »
Pagine: 1 2 [3] Stampa
Autore Discussione: Un'evoluzione del Ju-Jitsu, per la realtà.  (Letto 2377 volte)
Luciano Izzo
Utente appena iscritto
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 136


πάθει μάθος


Re: Un'evoluzione del Ju-Jitsu, per la realtà.
« Risposta #30 inserita:: Luglio 03, 2017, 17:34:39 »

TRITAC-JITSU – HISTORY
OUR STORY

The TRITAC-Jitsu System is the brain-child of Matt Bryers and Sean Jugler and has come to life with the creation of Soul Fighters Academy and the TRITAC Systems.

A Message from Matt Bryers:

Hello!  My name is Matt Bryers, I am one the founders of the TRITAC-Jitsu System.

I am a Black-Belt in Brazilian Jiu-Jitsu (Soul Fighters BJJ: Rafael Barbosa) and Japanese Ju-Jitsu (Kobukai Ju-Jitsu: Shihan Russ St. Hilaire).  I am also a certified TRITAC-Unarmed Instructor (John Leabo / Mike Simon)
and have over 20 years of training, competing, and teaching in a variety martial arts.

I have always had an insatiable hunger and desire to learn… especially when it comes to the combat martial arts.  I have always found “beauty” in combat.  There is an art to it, a science, and a code.  As I have progressed through many martial arts I have learned that the “secret” to martial arts is to never stop learning and training.

In 2012 I attended a seminar in NY at the TRITAC-Unarmed HQ with John Leab and Mike Simon  Immediately I recognized genius.  It’s like they were touching upon something in the back of my brain that I couldn’t just verbalize or express… but there is was.  Not only did the training answer: “Does it Really Work?” – but it was true combat ART.

Early in my career I met a fellow instructor / practitioner of Jiu-Jitsu and TRITAC: Sean Jugler.  Sean and I have been training for over 15 years.  When I started doing the TRITAC Systems, I knew that I had to get Sean to “experience it”.


THE JIU-JITSU PROBLEM?

Over the next 4 years Sean and I, along with our students and TRITAC Instructors, we kept “discovering” how effective the TRITAC-Unarmed System was when you applied it to Jiu-Jitsu.

We instantly recognized that there was a problem in the way we were teaching our beloved Jiu-Jitsu techniques.  We knew that they weren’t as effective as they should be.

For example, just go on YouTube and search “Jiu-Jitsu Self-Defense”…

I know, it’s the same sh*t we’ve seen for the past 30 years.  Don’t you think martial arts has EVOLVED since then!?

We set out on a mission to combine all over our experience in Japanese Ju-Jitsu, Brazilian Jiu-Jitsu, Wrestling, MMA and TRITAC Systems into one cohesive system that truly gives students the confidence and ability to fight.


http://tritacjitsu.soulfightersacademy.com/about/

Grazie!

Citazione di: John Spartan
Io non so cosa si intenda per Tri-Tac...ma in un mondo di stili inventati non trovo così scandaloso dare un nome a quello che si fa se ha una natura specifica senza che questo comporti una nuova disciplina...

Guarda, per quello che ho avuto modo di vedere il loro approccio mi piace. Lo trovo molto onesto e coi piedi per terra. E non dico che sia di per sé sbagliato dare un nome a ciò che si fa. Non è neanche sbagliato fare marketing, intendiamoci. Diciamo che in generale ce l'ho con un certo modo di fare marketing, che punta a far credere che quello che si fa sia qualcosa di mai visto prima. Dal mio punto di vista, è un modo per continuare a nutrire un'ignoranza che in ambito marziale è eufemisticamente dilagante, un modo che io metto sullo stesso piano delle arti marziali "adatte a tutti".

A onor del vero, comunque, dopo aver letto la citazione riportata da NND, non sono più convinto del paragone che ho fatto con il Krav MMA...
Registrato
John Spartan
Utente Gold
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 24497



Re: Un'evoluzione del Ju-Jitsu, per la realtà.
« Risposta #31 inserita:: Luglio 04, 2017, 15:43:14 »

Io odio il marketing....perchè ti costringe a specificare se sostiene un prodotto valido o meno prima di demolirlo...
Ma chi fa marketing non è meno esecrabile di chi non lo fa ma sostiene da anni concetti come "tutto copiato...c'è anche qui....lo facciamo da prima"...ovviamente nascondendosi spesso...
Registrato

You want some?Come get some!

So others may live.

Content on this page requires a newer version of Adobe Flash Player.

Get Adobe Flash player

jacknife
Utente Jr.
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 259


Re: Un'evoluzione del Ju-Jitsu, per la realtà.
« Risposta #32 inserita:: Luglio 11, 2017, 23:25:16 »

"Il giorno in cui vedrò i padri puristi del jj avere sistematicamente i loro allievi impegnati in competizioni con quelli del bjj o andare a fare serenamente sparring con gruppi che fanno mma allora ne riparleremo..."

Non vedo perché i judoka possono fare gare di judo, i karateka di karate, i pugili di boxe, e via dicendo per tutti gli altri stili, e invece chi fa ju jitsu debba per forza andare a fare gare di BJJ o di MMA. Boh...?
Registrato
NND
Utente Gold
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 3104


スパーリングの方法


Re: Un'evoluzione del Ju-Jitsu, per la realtà.
« Risposta #33 inserita:: Luglio 12, 2017, 10:02:15 »

Perche' ci sono "stili" in cui non si e' stati in grado di sviluppare un regolamento di confronto soddisfacente.

La cosa piu' frequente e' la pretesa di essere troppo letali e il conseguente rifiuto del confronto, la creazione di regolamenti che da un lato sono visti come "castranti" rispetto alla vera disciplina che ficca le dita negli occhi e dall'altro ridicolmente forzati per permettere alle "peculiarità dello stile di emergere".


Esistono poi nicchie di praticanti legati a discipline tradizionali che mettono su piccoli circuiti piu' che dignitosi ma data la dimensione molto ridotta e il generale disaccordo di tutte le altre scuole dello stesso "stile" diventano in fretta piccoli stagni e chi ha il desiderio di confrontarsi e migliorare si rivolge rapidamente a discipline piu' consolidate.

Tipicamente si ha una emorragia di praticanti interessati al contatto verso discipline come la thai e le mma.





Non ultimo c'e' il problema del "Banco di prova"; e' sorprendente scoprire quanti INSEGNANTI di questa e quell'altra arte marziale,al netto dei roboanti racconti, hanno esperienze di contatto tendenti allo zero e anche nel momento in cui si trovano come allievo qualcuno bendisposto a e interessato a quel percorso cercano di farlo desistere (spaziando dalle giustificazioni morali contro la violenza a quelle opposte dell'eccessiva pericolosita' dello stile) per paura di rivelare come stanno le cose.
« Ultima modifica: Luglio 12, 2017, 12:44:56 da NND » Registrato

Supāringu no hōhō
John Spartan
Utente Gold
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 24497



Re: Un'evoluzione del Ju-Jitsu, per la realtà.
« Risposta #34 inserita:: Luglio 12, 2017, 11:20:21 »

"Il giorno in cui vedrò i padri puristi del jj avere sistematicamente i loro allievi impegnati in competizioni con quelli del bjj o andare a fare serenamente sparring con gruppi che fanno mma allora ne riparleremo..."

Non vedo perché i judoka possono fare gare di judo, i karateka di karate, i pugili di boxe, e via dicendo per tutti gli altri stili, e invece chi fa ju jitsu debba per forza andare a fare gare di BJJ o di MMA. Boh...?

Perchè per quanto mi riguarda a livello statistico i praticanti o, meglio, i maestri di jujitsu italiano sono quelli che si riempono di più la bocca sulla primogenitura, sul corpus tecnico identico, sui furti, sulla non originalità...è tutto uguale, lo facciamo anche noi...
Provalo...
O resti un chiacchierone.
Registrato

You want some?Come get some!

So others may live.
TakuanZen
Utente Esperto
****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1140


Re: Un'evoluzione del Ju-Jitsu, per la realtà.
« Risposta #35 inserita:: Luglio 13, 2017, 22:36:18 »

Il Jujitsu è perfetto per la difesa personale. Assolutamente.
Kata, applicazioni su uke perfettamente immobili o con reazioni programmate, catene di tecniche arzigogolate su manichini, criteri e concetti arcaici spacciati come ancora validi e via, alla conquista delle strade.

C'è qualcosa che non va, no?
Checchè ne dicano gli ossmen e i fanatici di qualche mai ben compresa tradizione sì, c'è qualcosa che non va.

Come porre rimedio allora? Prendi uno di questi stili gendai budo già fortemente influenzato dal Combatives, il Brazilian Jiu-Jitsu e guardi a MMA e tutte le forme moderne di Reality Based e ottieni questo.


http://www.youtube.com/watch?v=XSj8f-gf01M&

http://soulfightersacademy.com/




Bello! Mi ero perso questa discussione.
E rilevo come il tizio possa legittimamente farlo perché ha esperienza sia della parte sportiva che di quella tradizionale.
Un tentare di ravvivare la tradizione in una direzione proficua. Mi segno il canale. smitten
Grazie Andy.
 Un saluto da TRI -TAK. Grin
Registrato
TakuanZen
Utente Esperto
****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1140


Re: Un'evoluzione del Ju-Jitsu, per la realtà.
« Risposta #36 inserita:: Luglio 13, 2017, 22:38:18 »

TRITAC-JITSU – HISTORY
OUR STORY

The TRITAC-Jitsu System is the brain-child of Matt Bryers and Sean Jugler and has come to life with the creation of Soul Fighters Academy and the TRITAC Systems.

A Message from Matt Bryers:

Hello!  My name is Matt Bryers, I am one the founders of the TRITAC-Jitsu System.

I am a Black-Belt in Brazilian Jiu-Jitsu (Soul Fighters BJJ: Rafael Barbosa) and Japanese Ju-Jitsu (Kobukai Ju-Jitsu: Shihan Russ St. Hilaire).  I am also a certified TRITAC-Unarmed Instructor (John Leabo / Mike Simon)
and have over 20 years of training, competing, and teaching in a variety martial arts.

I have always had an insatiable hunger and desire to learn… especially when it comes to the combat martial arts.  I have always found “beauty” in combat.  There is an art to it, a science, and a code.  As I have progressed through many martial arts I have learned that the “secret” to martial arts is to never stop learning and training.

In 2012 I attended a seminar in NY at the TRITAC-Unarmed HQ with John Leab and Mike Simon  Immediately I recognized genius.  It’s like they were touching upon something in the back of my brain that I couldn’t just verbalize or express… but there is was.  Not only did the training answer: “Does it Really Work?” – but it was true combat ART.

Early in my career I met a fellow instructor / practitioner of Jiu-Jitsu and TRITAC: Sean Jugler.  Sean and I have been training for over 15 years.  When I started doing the TRITAC Systems, I knew that I had to get Sean to “experience it”.


THE JIU-JITSU PROBLEM?

Over the next 4 years Sean and I, along with our students and TRITAC Instructors, we kept “discovering” how effective the TRITAC-Unarmed System was when you applied it to Jiu-Jitsu.

We instantly recognized that there was a problem in the way we were teaching our beloved Jiu-Jitsu techniques.  We knew that they weren’t as effective as they should be.

For example, just go on YouTube and search “Jiu-Jitsu Self-Defense”…

I know, it’s the same sh*t we’ve seen for the past 30 years.  Don’t you think martial arts has EVOLVED since then!?

We set out on a mission to combine all over our experience in Japanese Ju-Jitsu, Brazilian Jiu-Jitsu, Wrestling, MMA and TRITAC Systems into one cohesive system that truly gives students the confidence and ability to fight.


http://tritacjitsu.soulfightersacademy.com/about/

Da come scrive il Tritac-Unarmed era un qualcosa che esisteva già prima dell'ibridazione con il JJ.
Registrato
jacknife
Utente Jr.
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 259


Re: Un'evoluzione del Ju-Jitsu, per la realtà.
« Risposta #37 inserita:: Luglio 23, 2017, 06:43:53 »

Non capisco cosa dovrei provare. Nel JJ  bianchi (o di quello che ne è rimasto, perché presumo che di quello si parli) attualmente esiste un tipo di gara che somiglia moto al kumit ma nel quale si può anche lottare in piedi e a terra. Se invece si parla di contattp pieno, allora si va a fare un'altra disciplina. Manon tutti hanno voglia di farsi rompere il naso. Compresi diversi praticanti di km che conosco io. Quanto alle chiacchiere.qui sul forum non sono certo uno di quelli che ne fa di più. E fuori dal forum, tunon lo puoi sapere
Registrato
John Spartan
Utente Gold
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 24497



Re: Un'evoluzione del Ju-Jitsu, per la realtà.
« Risposta #38 inserita:: Luglio 24, 2017, 10:14:24 »

Ma scusa qui nella discussione c'è scritto il nome tuo?
La sezione ha il nome tuo?
Non la devi prendere sul personale nè cercare di sviare il discorso su altro...ma, per la mera cronaca, se io sentissi che un istruttore di KM dicesse che lui conosce le stesse tecniche del bjj e non teme nessuno, io gli direi di darne prova o mi stupirei del contrario...tutto qui.
Dopodichè io rispetto sempre qualsiasi pratica, ma farlo non significa accettare l'ipocrisia di certe giustificazioni che nascondono solamente, dietro spiegazioni offensive dell'intelligenza altrui, la volontà di non esporre la mediocrità della propria pratica in relazione a quel che si dice.
Registrato

You want some?Come get some!

So others may live.
jacknife
Utente Jr.
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 259


Re: Un'evoluzione del Ju-Jitsu, per la realtà.
« Risposta #39 inserita:: Luglio 24, 2017, 21:08:35 »

Allora ti ho frainteso e me ne scuso, soprattutto perché nel 90 per cento dei tuoi interventi io mi trovo d'accordo con quello che dici.
Ora, io sono di Genova, conosco bene  due maestri che, a Genova, sono considerati i più qualificati nel ju jitsu, e che guarda caso appartengono anche a due diverse federazioni ( uno scrive spesso sul forum, l'altro no, ma scrive a volte un suo allievo)e da nessuno dei due ho mai sentito dire che nel jj c'è tutto.
Vero è, però, che il sistema di confronto agonistico che c'è adesso nel JJ comporta di dover conoscere sia il combattimento a distanza che la lotta, in piedi e al suolo (ovviamente per il combattimento a distanza si parla di non contact)
Lungi da me sostenere che questo crea combattenti invincibili.
Poi ci sta anche che esistono venditori di fumo in ogni ambiente; io, forse l'ho già scritto, ho avuto a che fare con un maestro di aikido che faceva svenire le persone a distanza.
Registrato
TakuanZen
Utente Esperto
****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1140


Re: Un'evoluzione del Ju-Jitsu, per la realtà.
« Risposta #40 inserita:: Luglio 24, 2017, 22:19:10 »

Sul Tritac-Unarmed leggo questo:

"Influenced by Muay Thai, Western Boxing, Kick Boxing, Brazilian Jiu-Jitsu, Silat, and Filipino Martial Arts (to name a few), the TRITAC-Unarmed System was designed to be as instinctive yet efficient as possible; natural, flowing body movements and mechanics that can be made without much thought or planning, while still capitalizing on strength, speed, and accuracy."

Da qui:

http://tritacunarmed.soulfightersacademy.com/

Un video a caso:

https://www.youtube.com/watch?v=TDkrA77LIRQ

Sembra che il concetto di "Flow" derivi da lì, come anche le tecniche simil-KFM. Smiley
Registrato
John Spartan
Utente Gold
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 24497



Re: Un'evoluzione del Ju-Jitsu, per la realtà.
« Risposta #41 inserita:: Luglio 25, 2017, 15:13:55 »

Allora ti ho frainteso e me ne scuso, soprattutto perché nel 90 per cento dei tuoi interventi io mi trovo d'accordo con quello che dici.
Ora, io sono di Genova, conosco bene  due maestri che, a Genova, sono considerati i più qualificati nel ju jitsu, e che guarda caso appartengono anche a due diverse federazioni ( uno scrive spesso sul forum, l'altro no, ma scrive a volte un suo allievo)e da nessuno dei due ho mai sentito dire che nel jj c'è tutto.
Vero è, però, che il sistema di confronto agonistico che c'è adesso nel JJ comporta di dover conoscere sia il combattimento a distanza che la lotta, in piedi e al suolo (ovviamente per il combattimento a distanza si parla di non contact)
Lungi da me sostenere che questo crea combattenti invincibili.
Poi ci sta anche che esistono venditori di fumo in ogni ambiente; io, forse l'ho già scritto, ho avuto a che fare con un maestro di aikido che faceva svenire le persone a distanza.


Se considerassi negativamente senza se e senza ma le arti marziali non mi rimetterei il gi per insegnarle ai bambini... Wink
Registrato

You want some?Come get some!

So others may live.
NND
Utente Gold
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 3104


スパーリングの方法


Re: Un'evoluzione del Ju-Jitsu, per la realtà.
« Risposta #42 inserita:: Luglio 25, 2017, 15:59:05 »

Citazione
Vero è, però, che il sistema di confronto agonistico che c'è adesso nel JJ comporta di dover conoscere sia il combattimento a distanza che la lotta, in piedi e al suolo (ovviamente per il combattimento a distanza si parla di non contact)

Ok,ma tra i combattimenti invincibili e un livello/regolamento da mma light  secondo me ce ne passa...

https://www.youtube.com/watch?v=7XLDdSdUj4A


E francamente non credo sia colpa degli atleti




Secondo me certe cose, e certe scelte di regolamento, sono frutto di "facciamo noi che ce l'abbiamo gia' in programma" invece che "andiamo a allenarci/studiare con gli specialisti" (o in generale si e' mantenuta distanza tra il proprio recinto e i mondi degli sport e dei reality based, lasciano all'iniziativa di pochi privati l'esplorazione).

Sulla carta la prima generazione di "marzialisti misti" in italia sarebbe dovuta essere figlia dei jutsuka, per ovvia continuità di intenti; non mi sembra sia andata cosi'. Credo questo fosse un po' il senso originale della discussione
Registrato

Supāringu no hōhō
Pagine: 1 2 [3] Stampa 
« precedente successivo »
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP XHTML 1.0 valido! CSS valido!
Powered by SMF | SMF © 2006-2007, Simple Machines LLC         Privacy Design by Netboom - Bari -